Migranti: Libia, per giorni alla deriva, 14 morti

Misurata, i corpi gettati in mare, su barcone 10 sopravvissuti

04 dicembre, 16:42

(ANSAmed) - IL CAIRO, 4 DIC - Almeno 14 migranti sono morti al largo delle coste libiche nel tentativo di andare in Europa: lo ha riferito il portavoce delle forze di sicurezza di Misurata, il colonnello Hisham Aldwaini, precisando che il barcone di legno su cui navigavano è stato trovato al largo della città portuale libica con due corpi a bordo. Il portavoce ha aggiunto che altri 12 corpi erano stati gettati in mare e 10 migranti sono stati tratti in salvo dall'imbarcazione rimasta alla deriva per giorni senza acqua né cibo. "Sono rimasti 11 o 12 giorni in mare", "senza bere né mangiare": sostiene una fonte del Commissariato di polizia di Misurata fornendo ulteriori dettagli sulla morte dei migranti.

La fonte, contattata per telefono dall'ANSA, ha precisato che i migranti sul barcone erano 25 e a morire sono stati in 15 (uno in più di quanto annunciato da un portavoce le forze di sicurezza di Misurata) mentre si conferma che i superstiti sono 10. I migranti, "di differenti nazionalità africane", erano salpati da Sabrata, a una settantina di km a ovest di Tripoli, e sono stati trovati "al largo di Misurata", ha detto la fonte riferendosi alla città situata circa 180 km a est della capitale. Tra i sopravvissuti vi sono "due egiziani e due donne etiopi", ha detto la fonte che ha preferito rimanere anonima e che ha detto di basarsi su loro testimonianze. "Quando uno moriva, gli altri lo gettavano in mare", ha riferito. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo