Libia: Amsi, morti salgono a 550, 128 i bambini

Medici libici, rischio epidemie per mancanza vaccini pediatrici

10 maggio, 12:34

(ANSAmed) - ROMA, 10 MAG - Sono saliti a 550 i morti in Libia dall'inizio del conflitto, tra i quali si registrano 128 bambini e 140 donne. E' questo il bilancio aggiornato a stamani del presidente dell'Associazione medici stranieri in Italia (Amsi), Foad Aodi, in contatto con i medici libici nelle zone degli scontri. I feriti, affermano i medici libici, sono oltre 3.200 e sarebbero state trovate tre fosse comuni. Gli sfollati hanno invece raggiunto i 65.000, in maggioranza donne e bambini. I medici sul territorio, riferisce Aodi, lanciano inoltre l'allarme per la mancanza di tutti i vaccini dell'età pediatrica, con il "forte rischio di epidemie a causa della mancanza di vaccinazioni". Ad oggi, sempre secondo le stime dei medici libici, sarebbero 1.600 i minorenni reclutati per i combattimenti e 250 minorenni risultano invece scomparsi.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo