Libia: Unsmil condanna distruzione santuario Sufi

'Arresti arbitrari, violato diritto a libertà religiosa'

07 febbraio, 11:42

(ANSAmed) - TUNISI, 07 FEB - La Missione di sostegno dell'Onu in Libia (Unsmil) condanna la distruzione del santuario Sufi di Zawit Bin Issa, nella città di Sirte, avvenuta il 5 febbraio scorso e l'arresto di un certo numero di sufi, sempre a Sirte.

L'Unsmil ricorda in una nota che detti incidenti "sembrano violare il diritto alla libertà di religione o di credo e il diritto a non essere sottoposti ad arresto e detenzione arbitrari".

"La distruzione dei santuari religiosi è anche vietata dal diritto internazionale umanitario e gli attacchi intenzionali ai monumenti religiosi costituiscono crimini di guerra. L'Unsmil invita le autorità, che controllano la città di Sirte, ad indagare e consegnare gli autori alla giustizia", si legge ancora nel comunicato. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo