Libia: telefonata fra Sarraj e presidente Tunisia

Saied: 'No a interferenze esterne in crisi libica'

16 aprile, 12:23

(ANSAmed) - TUNISI, 16 APR - Il presidente tunisino, Kais Saied, ha ribadito in una telefonata con il premier libico Fayez Al Sarraj, "la posizione della Tunisia nei confronti della situazione in Libia e il suo attaccamento alla legittimità, chiarendo che qualsiasi altra dichiarazione che non si allinea a questa posizione è mal interpretata e viene diffusa al solo fine di suggerire un cambiamento nella posizione ufficiale tunisina".

Lo scrive la presidenza tunisina in un comunicato su facebook, sottolineando che che per Saied la soluzione alla crisi libica può venire solo dal popolo sovrano libico e lontano da qualsiasi interferenza esterna.

Sarraj, da parte sua, ha evidenziato la solidità dei legami tra Tunisia e Libia, rilevando che questa forte relazione non può essere contaminata da alcuna ambiguità e che le autorità che controllano i confini libici sono le quelle del governo di accordo nazionale, e lavorano anche per garantire la sicurezza dei tunisini.

Il governo di Tripoli sta mettendo tutte le sue risorse a disposizione della Tunisia, specialmente nel contesto della lotta contro la pandemia del coronavirus. La telefonata avviene dopo la recente riconquista di alcuni centri strategici nell'ovest libico, che di fatto assegnano alle forze del Sarraj tutta la fascia costiera da Tripoli al confine con la Tunisia.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo