Libia: Onu, incontro per unificare guardia petrolifera

Riunione e Brega, 'creare una nuova forza protezione impianti'

17 novembre, 11:27

(ANSAmed) - TUNISI, 17 NOV - "Unificare e ristrutturare" i corpi di guardia agli impianti petroliferi libici e formare "una nuova forza di protezione degli impianti petroliferi, come previsto nell'accordo di cessate il fuoco firmato il 23 ottobre a Ginevra": con questo obiettivo il rappresentante speciale facente funzione del Segretario generale dell'Onu per la Libia, Stephanie Williams, ha partecipato a una riunione ospitata dalla Sirte Oil Company a Marsa Brega (importante porto industriale nel Golfo della Sirte), dove ha visto il presidente della Compagnia petrolifera libica (Noc) Mustafa Sanallah e i comandanti della Guardia petrolifera (Pfg) dell'Est e delle regioni occidentali. "L'incontro, che è il primo nel suo genere" , si legge in una nota dell'Unsmil.

"Quanto avvenuto qui oggi è il frutto diretto dei colloqui della Commissione Militare Congiunta 5+5 sanciti dall'accordo di cessate il fuoco del 23 ottobre a Ginevra e confermati negli incontri di follow-up a Ghadames e Sirte", ha detto Williams "salutando la dedizione dei dipendenti della Noc mentre lavorano instancabilmente e in circostanze difficili per garantire la produzione di petrolio per il popolo libico". Williams ha invitato le autorità competenti a mantenere il loro impegno a finanziare i costi operativi della Noc secondo il capitolo 2 del bilancio nazionale.

Sia la Noc che i comandanti della Pfg hanno deciso di incontrarsi presto a livello tecnico a Zawiya per dettagliare la ristrutturazione dell'unità. Hanno anche deciso di lavorare a un progetto pilota per istituire una forza di sicurezza modello a Erawin, un nuovo giacimento petrolifero nel sud-ovest della Libia che dovrebbe aprire nel 2021", conclude la nota. (ANSA) (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo