Missione Europarlamento lascia Malta, 'seri rischi'

Capodelegazione a ANSA: 'Non siamo rassicurati' sul caso Caruana

04 dicembre, 17:42

(ANSAmed) - LA VALLETTA, 4 DIC - "Siamo arrivati con molte preoccupazioni, non ripartiamo rassicurati" perché a Malta "ci sono seri rischi per il rispetto dello stato di diritto" e "ci possono essere conseguenze". Lo dice all'ANSA l'europarlamentare lib-dem olandese Sophie In'T Veld, capo della missione urgente inviata dai capigruppo di Strasburgo a Malta, poco prima di lasciare il Paese al termine di due giorni fitti di incontri a tutti i livelli, aperti ieri da quello col premier Joseph Muscat, criticato per la scelta di restare in carica fino a gennaio in piena bufera sul caso Caruana.

"In 40 giorni hai tutto il tempo, se vuoi, per fare tante cose che possono rovinare seriamente l'indagine" sull'omicidio di Daphne Caruana Galizia, ha osservato la parlamentare olandese, esprimendo le preoccupazioni emerse durante la missione. In'T Veld ha anche annunciato che "entro la settimana ne parlerò con (la presidente della Commissione) Ursula Van der Leyen".

La missione ha tenuto una breve conferenza stampa nella sede della rappresentanza della Commissione e del Parlamento Ue nella Europe House alla Valletta.

"Per quanto riguarda la posizione del premier e la sua decisione di restare fino a gennaio, è chiaramente sua responsabilità e del partito decidere se restare o meno visto che ha ancora la maggioranza. Noi siamo molto convinti che il fatto che resti in carica possa porre dei rischi, perché potrebbe minare l'integrità dell'inchiesta".

E su questo prende posizione il Ppe: "È scandaloso che abbiamo un primo ministro di uno Stato membro dell'Ue che rifiuta di dimettersi immediatamente in seguito alle implicazioni del suo capo staff con l'assassinio di Daphne Caruana Galizia". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo