Migranti: Consiglio Europa, Malta deve salvare naufraghi

Mijatovic, intervenire anche fuori acque territoriali

11 maggio, 13:16

(ANSAmed) - STRASBURGO, 11 MAG - Le autorità maltesi hanno l'obbligo di rispondere rapidamente ed effettivamente a tutte le richieste di aiuto di cui vengono a conoscenza, anche nel caso l'imbarcazione si trovi al di fuori delle loro acque territoriali. Lo afferma Dunja Mijatovic, commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa in una lettera inviata al Primo ministro malese Robert Abela il 5 maggio ma resa pubblica solo oggi.

Nella missiva Mijatovic chiede anche di aprire un'inchiesta "su tutte le accuse credibili di interventi tardivi o non effettuati" e agire sulla base dei risultati. Infine il commissario chiede al governo de La Valletta "di garantire che non attuerà alcuna azione che finisca con il ritorno e sbarco in Libia di quanti sono salvati in mare", indicando che questo include "non ordinare a navi private di far rotta verso il Paese" e non far intervenire i libici nelle operazioni di salvataggio se questo comporta un ritorno dei naufraghi in Libia.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo