Marocco: artisti di strada nel mirino, due arresti

Mobilitazione sul web a sostegno dei musicisti

19 novembre, 13:10

(ANSAmed) - RABAT, 19 NOV - C'è un nuovo hashtag che agita la Rete in Marocco: #freelfenn, che mescolando lingue significa "liberate la scena". È la nuova parola d'ordine per la protesta nata a Casablanca, dopo l'arresto di due artisti di strada che domenica scorsa non sono riusciti a esibirsi in piazza delle Nazioni Unite, indirizzo preferito per gli spettacoli improvvisati.

Accusati di "oltraggio alle autorità nell'esercizio delle loro funzioni", i due artisti sono stati denunciati dal responsabile di quartiere, una sorta di super-poliziotto che tentava di fare applicare una decisione delle autorità locali contro i rumori molesti. L'udienza per il loro caso è fissata al 23 novembre, fino ad allora restano agli arresti. La mobilitazione della società civile si è subito fatta sentire: "Cosa avrebbero fatto di male? Hanno forse rubato?" tuona da Facebook una sostenitrice dell'arte di strada. "Liberate i nostri ragazzi", protestano in molti. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo