Migranti: premier Montenegro, 'non saremo campo profughi'

Deciso no Podgorica a eventuali centri accoglienza decisi da Ue

28 giugno, 12:06

(ANSAmed) - BELGRADO, 28 GIU - Il Montenegro non si trasformerà in un campo profughi. Lo ha detto il premier, Dusko Markovic, opponendo un netto rifiuto a una eventuale decisone dell'Unione europea di istituire centri di accoglienza per migranti nei Paesi dei Balcani occidentali. Citato dai media locali, il premier ha sottolineato che la stabilità del Paese e la sicurezza dei cittadini sono prioritarie per il governo. "Seguiamo con attenzione i dibattiti in seno alla Ue relativi alla crisi dei migranti, e benché non si sia di fronte a flussi massicci come quelli del 2015, noi lavoriamo a tutti i livelli per governare al meglio i processi migratori, in particolare sul controllo degli ingressi nel nostro Paese", ha affermato Markovic. Il Montenegro si trova lungo quella che viene considerata una nuova 'rotta balcanica' battuta dai migranti mediorientali e asiatici che, dalla Turchia, passa per Grecia, Albania, Montenegro, Bosnia, Croazia, Slovenia. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo