Serbia: polemica per legge Montenegro su beni Chiesa serba

'Vogliono privarci dei nostri beni.Peggio di turchi e comunisti'

17 giugno, 16:30

(ANSAmed) - BELGRADO, 17 GIU - E' polemica tra Serbia e Montenegro per un progetto di legge con il quale Podgorica, secondo Belgrado, mira a impossessarsi dell'intero patrimonio della Chiesa ortodossa serba in Montenegro.

Tale provvedimento, stando ai media, prevede che tutte le comunità religiose presenti nel Paese, compresa la Chiesa ortodossa serba, debbano provare di possedere le loro proprietà sul territorio montenegrino da prima del 1918, in caso contrario tali beni e proprietà saranno confiscati. Critiche alla dirigenza di Podgorica sono giunte in particolare dal presidente serbo Aleksandar Vucic e dal patriarca ortodosso Irinej.

Vucic ha invitato la dirigenza del Montenegro a non varare il provvedimento, a suo avviso molto negativo per la comunità serba del Montenegro e per la Chiesa ortodossa serba. Più duro il patriarca Irinej, secondo cui il presidente montenegrino Milo Djukanovic intenderebbe "distruggere la Chiesa ortodossa serba in Montenegro". Citato dai media a Belgrado, Irinej ha accusato Djukanovic di attaccare le proprietà della Chiesa serba in una maniera non registratasi perfino sotto la dominazione ottomana o durante il regime comunista della ex Jugoslavia.

"Ora è arrivato un montenegrino che intende distruggere la Chiesa serba in Montenegro, la Chiesa che ha creato il Montenegro, senza la quale il Montenegro non esisterebbe neppure", ha affermato il patriarca citato dai media. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo