Coronavirus: Premier Anp ai manovali, 'lasciate ora Israele'

Lavorare in quei cantieri è adesso pericoloso

25 marzo, 16:28

(ANSAmed) - TEL AVIV, 25 MAR - Un appello urgente a decine di migliaia di manovali palestinesi, attualmente impiegati in Israele, affinché rientrino immediatamente in Cisgiordania è stato lanciato dal premier palestinese, Muhammad Shtayyeh. Lo riferisce la agenzia di stampa ufficiale palestinese Wafa.

Il premier ha menzionato la crescente diffusione in Israele del coronavirus e la previsione che nelle prossime ora vi sarà imposta una chiusura di vaste dimensioni che comunque impedirebbe loro di continuare a lavorare nei cantieri. Al loro ritorno - ha aggiunto Shtayyeh - dovranno osservare 14 giorni di quarantena nelle proprie abitazioni.

Oggi intanto, aggiunge la Wafa, un palestinese detenuto nel carcere israeliano di Nafha (Neghev) ha dato fuoco ad una stanza per protesta per quelle che a suo parere sono negligenze da parte del servizio carcerario di fronte alla epidemia di coronavirus. Nel carcere di Ramla (Tel Aviv) quattro detenuti palestinesi sono adesso in quarantena avendo incontrato una persona che potrebbe essere stata contagiata. Le loro condizioni, precisa la Wafa, sono comunque buone. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo