Cisgiordania:mobilitazione contro demolizione scuola beduini

Costruita con gli aiuti di otto Paesi europei

09 ottobre, 13:57

(ANSAmed) - TEL AVIV, 9 OTT - L'ufficio del primo ministro palestinese Mohammad Shtayeh ha lanciato oggi un appello ad organizzazioni umanitarie internazionali affinché facciano pressione su Israele per impedire la demolizione di una nuova scuola elementare nel piccolo villaggio di Ras el-Tin, ad est di Ramallah (Cisgiordania). Secondo le autorità militari quella scuola è stata costruita senza i permessi necessari. I responsabili dell'istituto hanno chiesto ad un tribunale il rinvio degli ordini di demolizione, ma due giorni fa hanno ricevuto risposta negativa. Secondo i media è presumibile che adesso i legali della scuola si rivolgeranno alla Corte Suprema.

L'ufficio di Shtayeh ha precisato che l'edificio - in cui studiano una cinquantina di allievi - è stato costruito grazie alla solidarietà internazionale e a finanziamenti giunti da Francia, Finlandia, Italia, Lussemburgo, Irlanda, Spagna, Regno Unito e Svezia. "L'obiettivo della demolizione della scuola - secondo Shtayeh - è di minare gli sforzi dei Paesi donatori di costruire istituzioni palestinesi e di creare una infrastruttura a beneficio della società palestinese".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo