Israele: Ong, gara per altri 2500 alloggi in insediamenti

Portavoce Abu Mazen, è violazione legittimità, Usa siano chiari

20 gennaio, 14:25

(ANSAmed) - GERUSALEMME, 19 GEN - Il governo israeliano ha lanciato una gara per la costruzione di oltre 2500 nuovi alloggi nelle colonie israeliane, alla vigilia dell'insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca. Lo rende noto l'ong Peace Now. Il governo israeliano ha pubblicato martedì i bandi di gara per i permessi di costruzione per un totale di 2572 unità: 2112 in Cisgiordania e 460 a Gerusalemme est, ha precisato l'organizzazione in un comunicato.

"Una violazione di tutte le Risoluzioni di legittimità internazionale". Così Nabil Abu Rudeinah, portavoce del presidente palestinese Abu Mazen ha condannato l'annuncio della costruzione di nuovi alloggi in Cisgiordania. "A cominciare dalla Risoluzione 2334 che è stata approvata - ha spiegato - dalla Comunità internazionale, Usa inclusi". Occorre una "ferma posizione internazionale che passi dalle parole ad una pressione reale sul governo israeliano per fermare la sua sfida". Rudeinah ha poi invitato la nuova amministrazione Usa "a prendere una posizione chiara".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo