Cisgiordania: estremisti ebrei penetrano in base esercito

Fermati. Generale: 'Sono ormai una patata bollente'

21 gennaio, 14:30

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 GEN - Continuano in Cisgiordania le violenze di ultrà del movimento dei coloni. Secondo quanto ha riferito il portavoce militare, due giovani sono riusciti ad infiltrarsi oggi in una base militare. Sono stati inseguiti dai militari e presi infine in custodia. Due loro compagni che erano nelle immediate vicinanze sono stati arrestati.

Ieri la televisione pubblica Kan ha trasmesso la registrazione di un intervento del comandante militare della Cisgiordania, gen. Tamir Yadai, secondo cui la frangia degli ultrà dei coloni - a cui sono attribuiti ripetuti attacchi contro la popolazione palestinese - sono divenuti "una patata bollente" non solo per l'esercito ma anche per i dirigenti politici.

Oggi nell'insediamento ortodosso di Modiin Illit (Cisgiordania) sono comparse scritte che incitano all'uccisione dei conducenti arabi di autobus pubblici che prestano servizio in quella zona. Secondo i media, i conducenti arabi di autobus che raggiungono le colonie sono spesso oggetto di intimidazioni e talvolta anche di violenze. La loro associazione minaccia adesso di interrompere il servizio.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo