Serbia: 50 aziende italiane a Belgrado in cerca investimenti

31 maggio, 15:10

(ANSA) - ROMA, 31 MAG - Per conoscere le opportunità di lavoro e investimento nei settori dei trasporti, ambiente, infrastrutture ospedaliere, energie rinnovabili e efficienza energetica sono sbarcate a Belgrado 50 aziende italiane.

L'incontro con i rappresentanti dell'economia locale è stato organizzato da Ice, con Ance, Oice e Ambasciata d'Italia. Il nostro Paese, ha detto l'ambasciatore Carlo Lo Cascio ''può dare un contributo importante all'Agenda per la connettività per i Balcani occidentali, perché le nostre aziende hanno un grosso know how in questo settore e possono metterlo a disposizione di Serbia e Montenegro''. La vicepremier serba e ministro delle Costruzioni, trasporti ed infrastrutture, Zorana Mihajlovic, ha voluto sottolineare la ''stabilità politica e finanziaria'' della Serbia come vantaggio per chi voglia investire. Senza le infrastrutture, ha aggiunto la vicepremier, non c’è veloce progresso per la Serbia e la regione. ''Oggi a Belgrado c'è un grosso numero di compagnie che operano nel settore delle ferrovie, ma presenteremo progetti anche di altri settori, compreso quello del trasporto stradale, fluviale e aereo'', ha detto ancora Mihajlović. Una collaborazione, quella tra Italia, Serbia e Montenegro nel settore delle infrastrutture che possiede ampi margini di crescita, anche alla luce del processo di adesione all'UE dei due Paesi e dell'Agenda sulla Connettività per i Balcani dell'Unione Europea. Nel 2016, le aziende italiane all'estero si sono aggiudicate 244 commesse per oltre 20 miliardi di euro, facendo crescere il fatturato estero del 17,8% con il valore più alto degli ultimi 10 anni.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo