Serbia: condannata a un anno di carcere vedova Milosevic

Mirjana Markovic accusata di abuso potere. E' in esilio a Mosca

27 giugno, 13:57

(ANSAmed) - BELGRADO, 27 GIU - Un tribunale di Belgrado ha condannato oggi a un anno di reclusione Mirjana Markovic, vedova dell'ex uomo forte jugoslavo Slobodan Milosevic, accusata di abuso di potere per una vicenda risalente all'anno 2000. Secondo l'accusa Markovic, approfittando della sua grande influenza politica e delle sue conoscenze nelle alte sfere, contribuì a far assegnare un appartamento statale alla badante che si prendeva cura di suo nipote. Alla lettura della sentenza non era presente l'imputata, che da 15 anni vive in esilio a Mosca. Le autorità russe negano la sua estradizione in Serbia. Slobodan Milosevic fu costretto a dimettersi nell'ottobre 2000 sotto la pressione della protesta popolare, dopo un decennio segnato da drammatiche guerre che portarono alla disintegrazione della Jugoslavia socialista. Consegnato al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), Milosevic morì per infarto nel 2006 in carcere, mentre era ancora in corso il processo a suo carico per genocidio e crimini di guerra.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo