Balcani: vertice Berlino, impegno su Kosovo e prospettiva Ue

Dichiarazione conclusiva. Riforme,lotta radicalismo,immigrazione

30 aprile, 13:51

(ANSAmed) - BELGRADO, 30 APR - Impegno di Belgrado e Pristina a proseguire gli sforzi per la ripresa del dialogo facilitato dalla Ue e finalizzato alla piena normalizzazione dei rapporti e alla conclusione di un accordo finale , ma anche conferma della prospettiva europea per i Paesi dei Balcani occidentali nell'ambito del 'Processo di Berlino', con il rafforzamento della collaborazione regionale in campo economico e nella lotta comune a radicalismo, terrorismo e immigrazione illegale. E' quanto si afferma in una dichiarazione conclusiva del vertice dei Balcani occidentali svoltosi ieri sera a Berlino su iniziativa della cancelliera tedesca Angela Merkel e del presidente francese Emmanuel Macron. Nel documento, del quale danno notizia oggi i media serbi, si sottolinea che un accordo finale legalmente vincolante fra Belgrado e Pristina e' fondamentale per il cammino di Serbia e Kosovo verso l'integrazione europea, e per garantire al tempo stesso pace e stabilita' nella regione. Elogiando l'accordo sul nome tra Grecia e Macedonia del nord, indicato come un eccezionale esempio di soluzione positiva delle dispute, i Paesi partecipanti hanno ribadito l'impegno a lavorare e a rafforzare la collaborazione nell'ambito del 'Processo di Berlino', l'iniziativa di sostegno alla prospettiva europea della regione, la cui presidenza e' detenuta quest'anno dalla Polonia.

Cooperazione economica, libero mercato, rafforzamento della sicurezza, riconciliazione e scambi a livello giovanile sono elementi centrali di tale iniziativa. Il prossimo vertice nell'ambito del 'Processo di Berlino' si terra' in luglio a Poznan (ovest della Polonia). E' stata al tempo stesso sottolineata la volonta' di intensificare la collaborazione nel contrasto alla radicalizzazione e all'estremismo religioso e nella lotta al terrorismo, all'immigrazione illegale, alla corruzione e alla criminalita' organizzata. Confermato l'impegno nei processi di riforme interne e per il rafforzamento degli istituti democratici e dello stato di diritto, con libere elezioni e media liberi e indipendenti. Al fine di rafforzare la stabilita' regionale, i partecipanti al vertice hanno salutato con soddisfazione l'intenzione della Croazia di organizzare un summit Ue-Balcani occidentali nel corso della sua presidenza di turno dell'Unione europea nella prima meta' del 2020. Al vertice di Berlino hanno preso parte - insieme a Merkel, Macron e all'Alto rappesentante Ue Federica Mogherini - i capi di stato e di governo di Serbia, Montenegro, Bosnia-Erzegovina, Macedonia del nord, Kosovo, Albania, Croazia e Slovenia. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo