Teatro: a Belgrado 'Leonardo da Vinci. L'opera nascosta'

Per il 500/mo dalla morte in visione opera di Michele Santeramo

03 ottobre, 18:30

(ANSAmed) - BELGRADO, 3 OTT - In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, ingegnere, pittore, scienziato e talento universale, la rete diplomatico-consolare italiana ha in programma quest'anno oltre 150 iniziative nel mondo per celebrare il grande genio rinascimentale che ha lasciato un corpus infinito di opere da studiare, ammirare, e su cui tornare a riflettere ed emozionarsi.

In questa cornice l'Istituto Italiano di Cultura di Belgrado, in collaborazione con la cooperativa Ponte tra Culture e il Teatro Bitef di Belgrado, presenta lo spettacolo "Leonardo da Vinci. L'opera nascosta" di Michele Santeramo con la regia di Gianluca Barbadori, in programma sabato 5 ottobre presso il Teatro Bitef.

Lo spettacolo nasce in Italia come un monologo ma per la sua costruzione drammaturgica si presta anche alla messa in scena con più attori. Per questo motivo nella versione che verrà presentata in Serbia in scena ci saranno un attore ed un'attrice, Maja Susa e Zoltan Molnar.

L'autore Michele Santeramo ci fa viaggiare in una dimensione "inventata" ma allo stesso tempo fortemente legata alla biografia di Leonardo Da Vinci. Il testo, ironico ed arguto, prendendo spunto dalla costruzione dei congegni bellici e delle armi ideati da Leonardo Da Vinci, genera una concatenazione di eventi e di domande ispirati alle opere ed alle ricerche di Leonardo Da Vinci in diversi ambiti, portandoci a riflettere sulla guerra e sulle armi, sul senso della vita, sul desiderio di immortalità e sulla morte, sull'arte e sulla sua sospensione nel tempo. In Italia lo spettacolo è prodotto dal Teatro della Toscana-Teatro Nazionale e vede in scena lo stesso Michele Santeramo. L'esibizione dello spettacolo in Serbia è possibile grazie alla concessione dei diritti della Fondazione Teatro della Toscana per la rappresentazione all'estero, in altre lingue. Gianluca Barbadori è attore professionista e regista con vasta esperienza internazionale. Come regista, dal 1994 ad oggi Barbadori ha messo in scena oltre 100 spettacoli dirigendo attori professionisti, giovani attori in formazione, studenti di teatro, giovani ed adolescenti anche in situazioni di marginalità e difficoltà in numerosi paesi. Come docente ha iniziato la sua attività di ricerca e formazione negli anni '90, realizzando laboratori teatrali bilingue e stage e corsi teatrali intensivi in italiano, portoghese, spagnolo e inglese in diverse città e festival. Lo spettacolo s'inserisce nella cornice delle celebrazioni dei 140 anni di relazioni diplomatiche tra l'Italia e la Serbia e fa parte degli eventi scelti dal Comitato nazionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Un ringraziamento per la collaborazione va al Centro culturale di Novi Sad. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo