Kosovo: ritirata la domanda di adesione a Interpol

Era quarta volta che presentava domanda. Contrarietà di Belgrado

15 ottobre, 16:49

(ANSAmed) - BELGRADO, 15 OTT - Il Kosovo ha ritirato la domanda di adesione all'Interpol, che da oggi fino al 18 ottobre tiene la sua 88/a Assemblea generale a Santiago del Cile. Lo ha detto il ministro degli esteri serbo Ivica Dacic. In dichiarazioni all'agenzia Tanjug, Dacic ha precisato che ad annunciare il ritiro della domanda di adesione è stato il premier kosovaro dimissionario Ramush Haradinaj, con una nota fatta pervenire oggi pomeriggio all'ambasciata serba a Parigi (la sede dell'Interpol è a Lione).

E' la quarta volta che il Kosovo presenta domanda di adesione, che è stata finora sempre respinta. La Serbia, che non riconosce l'indipendenza di Pristina, sostiene che la sua ammissione all'Interpol sarebbe una grave violazione del diritto internazionale e dello statuto dell'organizzazione, in base al quale solo Paesi membri dell'Onu o che hanno lo status di osservatori alle Nazioni Unite possono entrare a far parte dell'Interpol. Il voto sul Kosovo è in programma il 17 ottobre.

Belgrado negli ultimi mesi ha condotto un'intensa campagna diplomatica volta a convincere il maggior numero possibile di Paesi a votare contro la richiesta di Pristina di aderire all'organizzazione mondiale di polizia. E oggi il ministro Dacic aveva detto che Pristina non aveva alcuna possibilità di essere ammessa all'Interpol.

Il ministro dell'Interno serbo, Nebojsa Stefanovic, che si trova a Santiago del Cile per seguire da vicino i lavori dell'Assemblea e il voto sul Kosovo previsto per il 17 ottobre, ha detto che il ritiro della domanda di adesione è "una grande vittoria della Serbia e del diritto internazionale". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo