Kosovo: premier incaricato, Serbia paghi risarcimenti guerra

Kurti in Parlamento, Belgrado sarà denunciata per genocidio

03 febbraio, 16:52

(ANSAmed) - PRISTINA, 3 FEB - In Kosovo il premier incaricato Albin Kurti, leader del movimento Autodeterminazione (VV), presentando in Parlamento il programma e la composizione del suo nuovo governo, ha annunciato tra l'altro l'intenzione di chiedere alla Serbia l'assunzione di responsabilità per i crimini di guerra commessi nel conflitto di fine anni '90, con i relativi risarcimenti per i danni di guerra. Contro la Serbia, ha detto, verranno presentate denunce penali per genocidio e verrà costituito un apposito istituto che si occuperà di tutto ciò. Kurti, noto per le sue posizioni dure e radicali con la Serbia, si è detto pronto a dialogare con Belgrado, ma ciò dovrà avvenire in presenza di un largo consenso politico. Il premier incaricato ha inoltre annunciato l'introduzione di una leva militare obbligatoria di tre mesi e una legge per la sottrazione di proprietà acquisite illegalmente. Il suo governo, ha sottolineato, si concentrerà sulle riforme a sostegno dello sviluppo economico, sulla creazione di nuovi posti di lavoro, sui temi della giustizia, sulla lotta alla corruzione.

Kurti ha quindi presentato la nuova squadra di governo, che conta 15 ministri - due dei quali saranno di Srpska Lista, il maggiore partito della minoranza serba strettamente legato a Belgrado - due vicepremier e 33 viceministri. Nuovo ministro degli Esteri sarà Glauk Konjufca, del movimento Autodeterminazione di Kurti, che si è dovuto dimettere dalla presidenza del Parlamento per far posto a un esponente della Lega democratica del Kosovo, condizione posta dal leader di tale partito Isa Mustafa per l'accordo di coalizione.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo