Coronavirus: in Serbia riprendono trasporti e ristoranti

Obbligo rispetto misure di prevenzione

04 maggio, 15:46

(ANSAmed) - BELGRADO, 4 MAG - In Serbia, dove da alcuni giorni è in atto un rallentamento del contagio da coronavirus, è scattata oggi una fase di allentamento delle restrizioni, in particolare con la ripresa parziale del servizio di trasporto pubblico in alcune delle principali città del Paese e la riapertura di ristoranti e caffè.

Sono anche tornati i collegamenti in treno e autobus all'interno del territorio nazionale, mentre il trasporto aereo dovrebbe riprendere a partire dal 18 maggio. Autobus, tram e filobus sono di nuovo in servizio, anche se con orari ridotti, a Novi Sad, Kragujevac e altre località, mentre nella capitale Belgrado il servizio di trasporto pubblico riprenderà l'8 maggio. Per i passeggeri vi è l'obbligo di avere mascherine e guanti, e nei mezzi l'ingresso è contingentato, con distanziamento e materiali disinfettanti.

Anche ristoranti e caffè hanno dovuto risistemare gli spazi per garantire la distanza di sicurezza tra i tavoli, con i clienti che dovranno essere muniti di mascherine e guanti.

Numerosi negozi hanno riaperto già da alcuni giorni, compresi parrucchieri, centri estetici, palestre, fitness, mentre i centri commerciali riprenderanno l'attività in settimana, seppur con un numero limitato di visitatori. Ieri sera il presidente Aleksandar Vucic ha annunciato la fine dello stato di emergenza e coprifuoco a partire da giovedì prossimo. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo