Siria: media, centinaia sfollati tornano in zone ex Isis

Nella regione di Dayr az Zor, a nordest

25 giugno, 10:41

BEIRUT - Centinaia di sfollati siriani originari di zone in precedenza controllati dall'Isis e da settimane bloccati in un campo profughi al confine con l'Iraq potranno tornare alle loro case nella regione di Dayr az Zor.
Lo riferisce l'agenzia curdo-siriana Anha, organo della regione autonoma curdo-siriana nella Siria nord-orientale. Anha cita un comunicato della direzione del superaffollato campo profughi di al Hol, dove da dicembre scorso sono ammassate più di 70mila persone, in maggioranza donne e bambini, familiari di membri dell'Isis uccisi in battaglia o persone originarie di zone fino a febbraio in mano allo 'Stato islamico'. Ai primi di giugno, le autorità curdo-siriane avevano consentito a circa 800 profughi di al Hol di tornare alle loro case nella regione di Raqqa, ex capitale dell'Isis in Siria. Queste operazioni sono possibili grazie a negoziati e accordi tra forze curdo-siriane e dignitari tribali della zona dell'Eufrate - tra Raqqa e Dayr az Zor - che forniscono garanzie sul ritorno di questi sfollati alle loro famiglie.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo