Siria: media, autorità curde offrono petrolio a Israele

Rivela giornale libanese Akhbar vicino a Hezbollah

15 luglio, 12:55

BEIRUT - Il giornale libanese al Akhbar, vicino agli Hezbollah filo-iraniani, afferma che le autorità curdo-siriane sostenute dagli Usa, hanno aperto canali con un imprenditore israeliano per la "vendita di petrolio siriano a Israele". Il giornale afferma di essere venuto a conoscenza di una lettera firmata da un'alta autorità curdo-siriana e indirizzata a Moti Kahana, faccendiere israeliano da anni impegnato pubblicamente a sostegno di opposizioni siriane anti-Damasco e anti-iraniane.

Nella lettera, citata da al Akhbar e il cui contenuto secondo lo stesso giornale "deve essere confermato", si parla della disponibilità delle autorità curdo-siriane di aumentare la produzione di greggio e di venderlo a Israele. Kahana gestisce l'organizzazione non governativa Amaliah, sul cui sito si pubblicizza l'apertura di un proprio ufficio a Qamishli, una delle principali città della zona curdo-siriana dove sono anche presenti militari del contingente americano presente nel nord-est della Siria. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo