Siria: Ong, più di 80 morti a Idlib nelle ultime 24 ore

Media, raid aereo governo colpisce base militare turca

28 agosto, 15:30

(ANSAmed) - BEIRUT, 28 AGO - E' di oltre 80 persone uccise, tra cui civili inclusi donne e bambini, il bilancio delle ultime 24 ore di scontri e violenze nel nord-ovest della Siria. Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), che si avvale da anni di una fitta rete di fonti sul territorio. Secondo l'Ondus, delle 84 persone uccise, 38 sono militari governativi e miliziani anti-regime, morti lungo il fronte di guerra tra Hama e Idlib. Mentre gli altri 46 uccisi sono civili, tra cui donne e bambini, morti nei raid aerei e nei bombardamenti di artiglieria nei distretti tra Hama e Idlib più vicino al fronte.

Tra i siti colpiti dai raid anche una postazione militare turca, la base militare di Shir al Maghar, tra Hama e Idli, colpita oggi in un attacco attribuito all'aviazione governativa siriana. Lo riferiscono media siriani e fonti concordanti sul terreno. Secondo fonti locali non ci sono vittime tra i militari turchi. L'avamposto turco era già stato preso di mira una prima volta dall'artiglieria di Damasco alcune settimane fa. Se confermato, questo attacco è il primo da parte di caccia governativi siriani.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo