Turchia: scontri Kobane, chiesto ergastolo per leader curdo

Incriminate 108 persone tra cui Demirtas per disordini del 2014

07 gennaio, 14:44

(ANSAmed) - ISTANBUL, 07 GEN - Un tribunale turco ha incriminato 108 persone per gli incidenti dell'ottobre 2014 nel sud-est della Turchia, in cui 37 persone persero la vita e decine rimasero ferite in scontri tra polizia e manifestanti curdi, scatenatisi per la chiusura del confine con Kobane, la città curdo-siriana allora sotto assedio dell'Isis. Tra gli incriminati c'è l'ex leader carismatico del filo-curdo Hdp ed ex candidato alla presidenza turca Selahattin Demirtas, già in detenzione preventiva in un carcere di massima sicurezza da oltre 4 anni.

L'atto d'accusa presentato dalla procura e approvato oggi chiede 38 ergastoli a testa per i 108 sospetti, con accuse che vanno da "attentato all'unità e all'integrità dello stato" a "omicidio" e "tentato omicidio". I magistrati li accusano di aver fomentato i disordini, mentre i manifestanti protestavano per recarsi in soccorso dei combattenti curdi contro i jihadisti del sedicente Stato islamico oltre confine. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo