Spagna: Sanchez perde il primo voto di fiducia

Giovedì nuovo round, servirà la maggioranza semplice

23 luglio, 15:18

(ANSAmed) - ROMA, 23 LUG - Pedro Sanchez ha perso il primo voto di fiducia per formare un governo in Spagna. Lo riferisce El Pais. Il leader socialista ha incassato 170 voti contrari e 124 a favore. Le astensioni sono state 52. Giovedì è in programma un nuovo voto: a differenza di oggi, a Sanchez basterà la maggioranza semplice del Congresso per essere incaricato premier.

Il candidato alla presidenza del consiglio avrebbe avuto bisogno di 176 voti a favore, cioè della maggioranza assoluta nel Congresso. Il leader del Psoe è rimasto molto al di sotto di questa cifra, ottenendo unicamente l'appoggio dei 123 deputati socialisti e del Partito regionalista di Cantabria. I popolari di Pablo Casado y i Ciudadanos di Albert Rivera hanno votato contro l'investitura nonostante il fatto che Sanchez avesse chiesto loro, ieri, di astenersi. I 66 rappresentanti del Pp e i 57 della opposizione sommati insieme fanno 123, identico numero dei deputati del Psoe. E anche i 24 parlamentari del Vox hanno dato il loro no a Pedro Sanchez, come pure JxCat, Coalicion Canaria e Navarra Suma. Contrari anche i 14 deputati repubblicani di Erc, che sembrano però disposti ad astenersi nella seconda votazione di giovedì. In quel caso, e se i socialisti avranno trovato nel frattempo un accordo con Podemos, il leader del Psoe potrebbe farcela. Colloqui sono in corso anche con i nazionalisti baschi e altre formazioni minori. I prossimi giorni saranno comunque cruciali e dall'esito dei negoziati - osserva la stampa spagnola - dipenderà se la Spagna avrà un governo e se si profilerà il fantasma del ritorno alle urne.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo