Italia-Tunisia: accordo di cooperazione agenzie ANSA e TAP

Sviluppo e collaborazione sulle tematiche legate al Mediterraneo

15 maggio, 14:49

(dell'inviato Giuseppe Maria Laudani) (ANSAmed) - TUNISI - Raccontare il Mediterraneo, le tensioni politiche, umanitarie, ma anche le relazioni bilaterali ed i rapporti economici tra i vari Paesi del bacino, tra cui l'Italia e la Tunisia. La sponda Nord e quella Sud del 'Mare Nostrum' sono oggi ancora più vicine grazie all'accordo di cooperazione tra le agenzie di stampa ANSA e TAP, siglato a Tunisi dai rispettivi Ceo, Giuseppe Cerbone e Lotfi Arfaoui, nel corso del seminario 'Il futuro e le sfide nelle relazioni bilaterali e la cooperazione fra l'Italia e la Tunisia'.

"Questo accordo rappresenta una grande opportunità per rafforzare la già ampia collaborazione tra Italia e Tunisia", ha detto Cerbone, mentre Arfaoui ha ringraziato l'ANSA per una cooperazione "strategica". L'intesa mira ad approfondire le principali tematiche nella regione mediterranea: dalle migrazioni alla lotta al terrorismo, dal ruolo svolto dall'Unione europea alle prospettive di partnership nel business, nel settore dell'agroalimentare e dei media fra i due Paesi. "E' importantissimo che due grandi agenzie di stampa mettano insieme le loro capacità. C'è bisogno di opinioni pubbliche avvertite in Europa, in Italia ma anche in Tunisia", ha sottolineato David Sassoli, vicepresidente del Parlamento europeo. "Ogni rapporto tra Italia e Tunisia è un investimento per l'Europa", ha aggiunto, precisando che la "qualità" e la "stabilità del Mediterraneo" e in particolare "il tema politico della Tunisia, che è in una transizione democratica che va incoraggiata, sono una priorità per l'Ue".

L'intesa ANSA-TAP è "fondamentale per diffondere l'informazione sulla Tunisia", ha aggiunto l'ambasciatore italiano a Tunisi, Raimondo De Cardona, per avere "un'informazione che sia chiara, approfondita e che dia la percezione di un Paese che offre forti garanzie agli operatori internazionali. La Tunisia è un Paese stabilizzato, con una democrazia funzionante", ha detto il diplomatico, mentre il sottosegretario alle Politiche agricole, Giuseppe Castiglione, ha posto l'accento sul "rilancio della produzione agricola nell'area del Mediterraneo" in modo che sia "sempre più sostenibile". Secondo Castiglione, il bacino "potrebbe diventare una grande area pilota dove si utilizzano in maniera razionale le risorse idriche, dove si fa una grande riflessione sul tema dei cambiamenti climatici e su quello della sostenibilità ambientale". Di "rapporti amichevoli tra Italia e Tunisia, di "cooperazione profonda e strategica" che trae origine da una "storia comune" ha parlato, infine, Sabri Bach Tobji, segretario di Stato agli Affari Esteri tunisino. L'evento è stato organizzato con il patrocinio del ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale italiana e del ministero degli Esteri tunisino, mentre la media partnership è stata affidata ad ANSAmed e alla TAP, con la collaborazione di Tunisair.

Fondata nel 1963, la TAP è la principale fonte di informazione della Tunisia. Vi lavorano all'incirca 150 giornalisti e conta una dozzina di uffici regionali. L'agenzia fornisce notizie in tre lingue - arabo, francese e inglese - e produce anche un servizio fotografico. Circa il 90% delle entrate provengono dallo Stato, mentre il resto dagli abbonamenti e dai prodotti fotografici. A dirigerla dal 2016 è Lamjed Hemdani. L'Agenzia Nazionale Stampa Associata (ANSA) è invece la prima agenzia di informazione in Italia e tra le prime al mondo, fondata a Roma nel 1945. Raccoglie e trasmette notizie (in italiano, inglese, arabo, spagnolo e portoghese) sui principali avvenimenti italiani e mondiali, con più di 3.500 lanci, di 2.000 foto e oltre 60 video al giorno. Ventidue le sedi in Italia e 73 gli uffici di corrispondenza all'estero nei 5 continenti. A dirigerla è Luigi Contu.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo