Tunisi:ceramiche donne Sejnane patrimonio immateriale Unesco

Prima iscrizione in questa categoria per il Paese nordafricano

30 novembre, 12:24

(ANSAmed) - TUNISI, 30 NOV - La sapienza nel creare le caratteristiche ceramiche costruite a mano dalle donne di Sejnane, in Tunisia, è entrato a far parte della lista dei beni culturali immateriali dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (Unesco).

Lo ha deciso il Comitato intergovernativo per la Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco nella sua 13a riunione tenutasi a Port Louis (Mauritius) nei giorni scorsi, ha reso noto la Delegazione permanente della Tunisia dell'Unesco a Parigi.

"Si tratta della prima iscrizione per la Tunisia nella lista del patrimonio culturale immateriale dell'umanità creato nell'ambito della Convenzione dell'UNESCO del 2003 sulla Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale", ha aggiunto la stessa fonte.

"Oltre alla risonanza internazionale che tale notizia può avere per la Tunisia in generale e per la regione in particolare, nonché per la promozione dell'eccellenza dell'artigianato tunisino, l'inclusione di questo elemento nell'elenco del patrimonio culturale immateriale dell'umanità contribuirà al rafforzamento delle misure di salvaguardia e valorizzazione di questo patrimonio specifico", si legge in una dichiarazione della delegazione permanente della Tunisia presso l'Unesco. Si tratta di "un riconoscimento internazionale di questo elemento del patrimonio immateriale tunisino" ha detto l'ambasciatore tunisino all'Unesco, Ghazi Gherairi, aggiungendo che "questa iscrizione dà accesso alla Tunisia per la prima volta alla lista rappresentativa del patrimonio immateriale dell'umanità, e distingue anche un elemento estremamente importante del nostro ricco patrimonio, poiché questa tecnica risale al Neolitico e si è adattata a raggiungici nella sua forma attuale oggi". "L'Unesco ha sottolineato la natura sociale e integrata di questo processo di produzione e il suo rispetto per l'ambiente". Il fascicolo è stato presentato dalla Tunisia al Segretariato della Convenzione nel marzo 2017. Sejane, nel governatorato di Biserta, è da sempre centro di produzione di ceramica artigianale che, realizzata esclusivamente dalle donne, riprende motivi della tradizione berbera risalenti a un'epoca molto antica. Si tratta di motivi simmetrici e convergenti, spesso figurativi, tracciati in rosso e in nero. Queste ceramiche sono prodotte per gli usi di casa, e destinate alla cottura o alla conservazione degli alimenti, ma hanno anche una funzione decorativa. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo