Mahdia si illumina di blu per sensibilizzare su autismo

Iniziativa di respiro internazionale grazie a ambasciata Italia

06 maggio, 11:42

(ANSAmed) - TUNISI, 06 MAG - Grande successo in termini di entusiasmo e partecipazione popolare a Mahdia per la terza edizione in Tunisia del progetto "Blue Connection", promosso dal Centro Ippico Mahdia, sotto l'egida, tra gli altri del Comune di Mahdia e con il patrocinio dell'ambasciata d'Italia in Tunisia. Per la prima volta in Tunisia, un simbolo del patrimonio archeologico, la "porta del mare" di Mahdia, è stata illuminata di blu, ispirandosi alla campagna internazionale 'Light It Up Blue', che mira a sensibilizzare l'opinione pubblica di tutto il mondo sull'autismo. Al termine di una giornata che ha visto lo svolgimento di una serie di eventi dedicati alla tematica dell'autismo ma anche dell'integrazione, con bambini di tutto il mondo impegnati in atelier e altre attività ludiche, al calar del sole un fascio di luce blu ha illuminato la caratteristica "Bab Al Bhar", simbolo di Madhia, città dal ricco passato storico, in occasione del mese dedicato al Patrimonio archeologico tunisino. Il 'Centro Ippico Mahdia", diretto da Maria Gabriella Incisa di Camerana, Hippique Mahdia' si occupa di zooterapia per disabili, in particolare per i bambini con disturbi autistici, promuovendo varie iniziative di inclusione sociale e sensibilizzazione sull'autismo quali ad esempio "Horse Painting" e coinvolgendo vari partner istituzionali e non delle due rive del Mediterraneo. In pochi anni il Centro è riuscito ad interessare attivamente autorità locali, società civile e mondo del volontariato, nei confronti di una tematica piuttosto marginalizzata in Tunisia. Ne è la prova il sostegno e la presenza all'evento della sindaca di Mahdia, Asma Hamza e di gran parte della giunta comunale, di rappresentanti del ministero della Donna e della famiglia, dell'Istituto nazionale del Patrimonio, del ministero del Turismo, dell'Istruzione e dello Sport, così come il coinvolgimento di molti alunni delle scuole dell'intera regione e dell'Association des Etudiants et Stagiaires Africains en Tunisie, oltre a varie altre associazioni della società civile. Presente all'evento anche l'ambasciatore d'Italia in Tunisia, Lorenzo Fanara, a Mahdia per rendere omaggio al lavoro generoso di Gabriella Incisa di Camerana e sensibilizzare insieme le coscienze all'autismo.

L'iniziativa ha visto anche lo svolgimento di una conferenza scientifica sull'autismo con la partecipazione di autorevoli esperti in materia e una visita all'ospedale Tahar Sfar di Mahdia per ricordare alle autorità l'importanza di rendere efficiente il servizio di psichiatria infantile della struttura per la presa a carico dei bimbi con difficoltà. Gabriella Incisa di Camerana sottolinea ad ANSA che "grazie al sostegno costante dell'ambasciata d'Italia in Tunisia, il progetto Blue Connection ha riscontrato un cambiamento di rotta, un'accelerazione, che ha consentito di prendere un respiro internazionale, essendo in programma vari altri eventi del genere nel mondo". Madrina della manifestazione è stata Letitia Lo Iudice, nota starlette televisiva locale.

(ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo