Coronavirus: in Tunisia 89 casi, tensione a Sousse

Lacrimogeni polizia contro protesta per quarantena rimpatriati

23 marzo, 14:50

(ANSAmed) - TUNISI, 23 MAR - La Tunisia registra altri 14 nuovi contagi da coronavirus che portano a 89 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha annunciato la direttrice dell'Osservatorio nazionale delle malattie rare ed emergenti di Tunisi, Nissaf Ben Allaya, precisando che si tratta di 60 casi "importati" e 29 derivanti da contagio locale. Tre finora i decessi, un guarito. Sono 4 intanto i cluster scoperti nel Paese e che verranno isolati, ovvero alcune zone di Les Berges du Lac, La Marsa, La Soukra e una parte dell'isola di Djerba, come dichiarato dal ministro della Sanità, Abdellatif Mekki.

Intanto ieri notte si sono registrati momenti di tensione alla periferia di Sousse tra forze dell'ordine e un gruppo di manifestanti che protestavano per la messa in quarantena obbligatoria in un albergo del posto di un gruppo di tunisini rientrati dalla Turchia. Le forze dell'ordine hanno dovuto usare i gas lacrimogeni per riportare la situazione alla normalità.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo