Migranti: Ong tunisina chiede strategia nazionale in materia

Contrarietà a notizie di raddoppio rimpatri

23 settembre, 12:50

(ANSAmed) - TUNISI, 23 SET - L'Ong "Forum tunisino per i diritti economici e sociali" (Ftdes) ha invitato il Parlamento a chiedere al governo tunisino di riferire in aula "sugli strumenti di cooperazione con l'Unione europea e l'Italia sulle questioni migratorie, invitandolo a esaminare e adottare la strategia nazionale sulla migrazione". Il Ftdes ritiene infatti la "Presidenza della Repubblica responsabile politicamente, moralmente e costituzionalmente nel caso in cui continuasse la stessa politica estera caratterizzata dalla visione unilaterale europea e italiana nell'affrontare le questioni della migrazione irregolare", si legge in una missiva.

L'Ong tunisina afferma nel comunicato "l'impegno a un'equa cooperazione bilaterale che rispetti i diritti e sancisca lo scambio di libertà, chiedendo trasparenza nei negoziati e che l'opinione pubblica nazionale sia informata dei suoi dettagli, ribadendo il rifiuto dell'espulsione forzata degli immigrati e degli approcci alla sicurezza adottati per fronteggiare il fenomeno, segnalando le frequenti segnalazioni sulla stampa italiana di un nuovo accordo tunisino-italiano sulla migrazione irregolare e l'approvazione da parte della Tunisia del raddoppio del numero dei rimpatri". Secondo l'Ftdes, "questo accordo avrebbe ricevuto la prima approvazione durante la visita del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese in Tunisia il 27 luglio, Tale approvazione da parte tunisina sarebbe poi stata rinnovata durante la visita della delegazione italo-europea del 17 agosto scorso, secondo quanto pubblicato dalla stampa italiana".

Il numero di migranti irregolari tunisini arrivati ;;in Europa nel 2019 sarebbero 3.614 contro i 5.744 del 2018, secondo i dati dell'Ong Ftdes. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo