Tunisia: revoca sequestro conti correnti Tunisair

Accordo raggiunto con la Tav su debiti pregressi

19 febbraio, 16:50

(ANSAmed) - TUNISI, 19 FEB - Al termine di una riunione coordinata dal ministro tunisino dei Trasporti Moez Chakchouk, tra i rappresentanti del gruppo Tunisair, dell'Ufficio dell'aviazione civile e degli aeroporti (Oaca) e della partner turca TAV Tunisia, è stata decisa la revoca immediata di tutti i sequestri cautelari sui conti delle società del gruppo Tunisair.

Lo si legge in un comunicato del Ministero dei Trasporti di Tunisi nel quale si precisa che durante l'incontro è stato anche deciso di avviare i negoziati tra Tav Tunisia e Tunisair per determinare l'ammontare di tutti i debiti e concordare la loro riprogrammazione.

Negoziati verranno avviati inoltre tra Tunisair e l'Oaca per stabilire l'ammontare dei contributi sociali non pagati e concordare il loro pagamento, oltre ad esaminare la situazione degli agenti Oaca assegnati a Tav Tunisia. La firma degli accordi sulla riprogrammazione del debito è stata fissata al prossimo 26 febbraio.

L'esito positivo della riunione odierna potrebbe determinare la sospensione dello sciopero generale degli agenti e funzionari della compagnia di bandiera Tunisair, cominciato oggi e indetto per "rinnovare la richiesta di salvataggio del vettore nazionale di fronte allo spettro del fallimento". Secondo i sindacati di Tunisair, che criticano l'amministratore delegato Holfa Hamdi, la compagnia di bandiera starebbe vivendo una grave crisi finanziaria e solo 4 dei 32 aerei della propria flotta sarebbero attualmente operativi.(ANSAmed). (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo