Turchia: isolamento Ocalan, tremila in sciopero della fame

Protesta avviata da deputata curdi Hdp, '8 suicidi in carcere'

19 aprile, 12:42

(ANSAmed) - ISTANBUL, 19 APR - Cresce la protesta in Turchia contro la condizione di "assoluto isolamento" in prigione di Abdullah Ocalan, il leader del Pkk curdo detenuto da vent'anni nell'isola-prigione di Imrali nel mar di Marmara. Sono oltre tremila i militanti, la maggior parte detenuti, che hanno avviato da settimane uno sciopero della fame per chiedere un intervento delle autorità di Ankara e internazionali. A lanciare la protesta era stata lo scorso 8 novembre la deputata dell'Hdp Leyla Guven, allora in carcere. Il mese scorso si sono aggiunti altri tre parlamentari del partito filo-curdo, che in una lettera denunciano oggi "la politica di isolamento legalmente, politicamente e moralmente insostenibile" di Ocalan. Secondo la ricostruzione dell'Hdp, almeno 8 detenuti si sono tolti la vita in questi mesi in segno di protesta.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo