Turchia, proseguono colloqui con gli Usa sui missili Patriot

Finita consegna primo lotto di missili russi S-400

25 luglio, 13:31

(ANSAmed) - ISTANBUL, 25 LUG - I colloqui politici e militari tra Turchia e Stati Uniti proseguono su vari fronti, compreso un possibile acquisto da parte di Ankara dei missili Patriot, da affiancare ai missili russi S-400. Lo riferiscono fonti del ministero della Difesa turco, che denunciano inoltre come un colpo all'efficacia della Nato la decisione americana di escludere Ankara dal programma dei cacciabombardieri F-35 per l'acquisto degli S-400. "La forza della Nato, specie sul fronte meridionale, verrà influenzata negativamente", avvisa la Difesa turca. Nel frattempo, si aggiunge, sono in corso lavori preparatori per il possibile schieramento di una batteria di missili Samp-t, offerti dalla Francia nell'ambito dell'Alleanza, a difesa della frontiera sudorientale del Paese con Iraq e Siria.

Intanto si è conclusa oggi la consegna in Turchia del primo lotto di componenti del sistema missilistico russo di difesa antiaerea S-400. Lo riferisce il ministero della Difesa di Ankara, precisando che sono 30 gli aerei atterrati finora alla base Murted della capitale turca. Una seconda batteria verrà inviata sempre ad Ankara, anche se non è stata specificata la data. Le consegne dei missili veri e propri sono invece attese entro la fine dell'estate via mare. Le operazioni di installazione degli S-400, secondo quanto annunciato dal presidente Recep Tayyip Erdogan, si concluderanno entro aprile prossimo.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo