Turchia: opposizione a Canale Istanbul, inchiesta su sindaco

Imamoglu sotto accusa per contrasto al mega-progetto di Erdogan

16 novembre, 11:12

(ANSA) - ISTANBUL, 16 NOV - Il ministero dell'Interno turco ha aperto un'inchiesta amministrativa nei confronti del sindaco di opposizione laica di Istanbul, Ekrem Imamoglu, per aver affisso in città manifesti contrari al progetto del Canale di Istanbul, il controverso canale artificiale che il presidente Recep Tayyip Erdogan mira a realizzare per deviare il traffico navale dallo stretto del Bosforo. Lo ha reso noto il portavoce del Comune, il cui controllo è stato perso dopo un quarto di secolo dalle forze filo-Erdogan nelle amministrative dello scorso anno. Tra gli slogan sui manifesti c'era il motto della protesta, "O il canale, o Istanbul", e "Chi ha bisogno del canale?". Nell'indagine amministrativa, che potrebbe essere seguita da un'inchiesta giudiziaria, Imamoglu è accusato di aver "utilizzato risorse pubbliche" per criticare "l'integrità dell'amministrazione e della politica dello Stato".

Secondo il sindaco, "il Canale di Istanbul è un progetto criminale" perché porterebbe a un colossale spreco di denaro pubblico, con un costo stimato di 11 miliardi di euro, e rischierebbe di provocare gravi danni ambientali, in un'area già a forte rischio sismico. Erdogan, che annunciò il progetto un decennio fa, definendolo all'epoca "folle", sostiene invece che servirebbe a decongestionare il Bosforo, riducendo i rischi di incidenti e rafforzando il commercio marittimo tra il mar Nero e il mar Mediterraneo. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo