Migranti: scambi di accuse Turchia-Grecia su rotta dell'Egeo

Atene denuncia 'provocazioni', Ankara 'respingimenti illegali'

02 aprile, 13:32

(ANSAmed) - ISTANBUL, 02 APR - Nuovi scambi di accuse tra Grecia e Turchia sulle traversate di migranti nel mar Egeo. Il ministero delle migrazioni di Atene ha denunciato stamani "diversi incidenti nei quali i guardacoste turchi hanno accompagnato delle imbarcazioni di migranti alla frontiera europea, nel tentativo di provocare un'escalation con la Grecia".

Nella nota, le autorità elleniche accusano inoltre un natante turco di aver condotto "manovre pericolose" nei pressi dell'isola di Lesbo, disturbando i loro pattugliamenti navali.

Atene ha ribadito nei gironi scorsi la richiesta ad Ankara di autorizzare il rinvio di 1.450 migranti cui è stato negato il diritto di asilo in Grecia, in base all'accordo con l'Ue del 2016.

Dal canto suo, la Turchia ha accusato nuovamente nelle scorse ore la Grecia di respingimenti forzati di gommoni di migranti, in violazione del diritto internazionale. I guardacoste di Ankara hanno riferito di aver soccorso 37 persone al largo di Smirne, che sarebbero state rimandate indietro dalle pattuglie di frontiera a presidio delle isole elleniche. In alcuni di questi episodi di respingimenti, ha denunciato il governo di Recep Tayyip Erdogan, alcuni migranti avrebbero perso la vita in mare. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo