Yemen: stampa, scambio 15mila prigionieri entro 2 settimane

Tra miliziani Huthi filo-Iran e lealisti ostenuti da sauditi

24 gennaio, 12:21

(ANSAmed) - BEIRUT, 24 GEN - Avverrà entro le prossime due settimane l'atteso scambio di 15mila prigionieri in Yemen tra miliziani Huthi vicini all'Iran e forze lealiste sostenute dall'Arabia Saudita. Lo riferisce oggi il quotidiano panarabo-saudita al Hayat che cita fonti diplomatiche yemenite e operatori del Comitato internazionale della Croce Rossa. Nei giorni scorsi si era svolto ad Amman, in Giordania, un incontro a porte chiuse, durato 48 ore, tra le delegazioni di Huthi e delle forze lealiste, per discutere i dettagli dello scambio dei prigionieri. L'accordo era stato raggiunto in forma generica lo scorso dicembre, prima e durante i colloqui di pace mediati dall'Onu e svoltisi in Svezia. Lo scambio dei circa 15mila prigionieri dovrebbe preparare il terreno a ulteriori concessioni reciproche tra i belligeranti in Yemen. Intanto ieri hanno lasciato Sanaa, la capitale yemenita in mano agli Huthi, l'inviato dell'Onu Martin Griffiths e il comandante della missione di osservatori Onu il generale olandese in pensione Patrick Cammaert. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu aveva nei giorni scorsi approvato una risoluzione per l'invio di nuovi 75 osservatori nel porto conteso di Hudayda, sul Mar Rosso, dove passa circa l'80% degli aiuti umanitari diretti a tutto lo Yemen. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo