Yemen: Save the Children, 1,5 mln bambini sfollati nel Paese

Mezzo milione solo a Hodeidah in soli sei mesi

31 gennaio, 17:13

(ANSAmed) - ROMA, 31 GEN - A causa della guerra in atto ormai da quattro anni in Yemen, un milione e mezzo di bambini, cioè un bambino su dieci, è stato costretto a lasciare la propria casa, esponendosi così a gravi rischi come fame, malattie e violenza.

È l'allarme lanciato da Save the Children. "Solo nel governatorato di Hodeidah, teatro di alcuni dei peggiori combattimenti nel Paese - afferma l'associazione in una nota - negli ultimi sei mesi sono stati più di mezzo milione i bambini sfollati, una media di oltre 2.000 bambini ogni giorno da giugno dello scorso anno. I civili in fuga dalle violenze affrontano viaggi in cui la loro vita è costantemente a rischio. Il pericolo più immediato è la morte o il ferimento a causa di armi esplosive che sono state usate indiscriminatamente da tutte le parti in conflitto, con scarso rispetto degli obblighi di legge previsti per proteggere la popolazione civile".

Il 23 agosto dello scorso anno, 22 bambini e quattro donne sono stati uccisi da un attacco aereo che ha colpito il loro veicolo mentre cercavano di fuggire dai combattimenti a Hodeidah. Più recentemente, almeno otto civili sono stati uccisi in un centro per famiglie sfollate a Hajjah, apparentemente a causa di schegge da bombe cadute nelle vicinanze. Solo nella seconda metà del 2018, sono stati registrati almeno 25 attacchi contro gli sfollati interni. In ogni caso, nei campi per rifugiati, anche se in zone sicure, "i bambini rischiano malnutrizione e malattie in un Paese in cui il sistema sanitario è quasi collassato e circa 14 milioni di persone sono sull'orlo della carestia". Save the Children stima che 85.000 bambini sono già morti per fame estrema dal 2015.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo