Ceo Menarini, in Italia grandi capacità di innovazione

Compagnia al lavoro anche su Covid, presto primi anticorpi

Redazione ANSA ROMA

 L'Italia ha grandi capacità di innovazione, che daranno i loro frutti anche nella lotta contro il Covid. Lo ha affermato durante un forum all'ANSA Elcin Barker Ergun, Ceo del gruppo Menarini, arrivata da un anno alla guida della compagnia dopo un'esperienza di diversi anni a Boston.

 


    "Sono rimasta davvero molto impressionata dalle capacità italiane in termini di innovazione e scienza - ha affermato - e tra l'altro è così che siamo riusciti a portare gli anticorpi in Italia e non solo. Ha dato i suoi frutti grazie alle incredibili capacità accumulate negli anni nella valle di Siena e pertanto credo che l'Italia non sia da meno, in termini di capacità, rispetto ad altre parti del mondo".
    Entro il 2021 il gruppo Menarini potrebbe fornire ai pazienti degli anticorpi monoclonali contro il virus Sars-Cov-2. "Abbiamo una filiera produttiva per le terapie oncologiche in cui gli anticorpi monoclonali svolgono un ruolo importante e la produzione, il processo, la tecnologia che c'è dietro, sono stati sviluppati da noi, nel nostro stabilimento di biotecnologie di Pomezia - ricorda Barker Ergun -. Noi abbiamo intrapreso una partnership con Tuscany Life Sciences (TLS). Gli anticorpi provengono dagli ospedali italiani e in pratica vengono elaborati per eseguire i primi esperimenti che alla fine saranno trasferiti a noi, nelle nostre strutture con tecnologie di clonazione, dove produrremo il materiale per i trial clinici.
    Il piano è quello di andare molto veloci nell'esecuzione dei trial clinici, all'inizio del prossimo anno, per fornirli ai pazienti il più rapidamente possibile, entro il 2021". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA