Dallo spazio agli abissi, doppio record per l'astronauta Kathy Sullivan

Prima donna americana ad affrontare una passeggiata spaziale, ora ha raggiunto la Fossa delle Marianne

Redazione ANSA

Doppio record per l'astronauta Kathy Sullivan della Nasa: dopo essere stata la prima donna americana ad affrontare una passeggiata spaziale nell'ottobre 1984, e' diventata la prima donna a raggiungere il punto piu' profondo degli oceani, a Fossa delle Marianne, scendendo fino a 11 chilometri con un piccolo sommergibile.

L'astronauta ha raggiunto il punto chiamato Challenger Deep nell'Oceano Pacifico a bordo del sommergibile a due posti Limiting Factor, con il milionario Victor Vescovo che aveva visitato quel punto gia' due volte. La prima cosa che i due hanno fatto appena tornati in superficie e' stato chiamare gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale.

"Come oceanografa e astronauta - ha detto Sullivan - questa e' stata una giornata unica nella vita: vedere il paesaggio lunare della Challenger Deep e poi confrontarmi con i miei colleghi della Stazione Spaziale sul nostro straordinario spazio interno ed esterno".

Sullivan e Vescovo hanno trascorso circa 10 ore a bordo del sommergibile, costruito per resistere all'enorme pressione di piu' di 1,2 tonnellate per centimetro quadrato. Ci sono volute quattro ore per scendere sul fondo, dove i due sono rimasti per circa un'ora e mezza, e altre quattro per salire.

Nel 1978 Sullivan e' stata una delle prime donne selezionate nel corpo astronauti della Nasa e nell'arco di 15 anni ha affrontato tre missioni spaziali, compresa quella che ha portato in orbita il telescopio spaziale Hubble; l'11 ottobre 1984 e' stata la prima donna americana ad affrontare una passeggiata spaziale durante una missione con lo Shuttle Challenger. Successivamente si è dedicata all'oceanografia, lavorando per dell'ente americano per l'atmosfera e gli oceani (Noaa), nel 1993 come respondabile della ricerca e dal 2014 al 2017 come amministratore capo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA