Pesca:Corazzari,al via semplificazione allevamenti molluschi

In Veneto dove sono attive 3mila imprese con 7mila addetti

Redazione ANSA VENEZIA

(ANSA) - VENEZIA, 02 MAR - E stata approvata la delibera con cui si modifica la procedura amministrativa di controllo dei molluschi bivalvi vivi, destinati al commercio e all'alimentazione. "Se fino a ieri - ha spiegato l'assessore regionale alla Pesca Cristiano Corazzari - venivano effettuati controlli 'a tappeto' sugli allevamenti di molluschi da parte dei Servizi Veterinari delle Ulss venete e dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie, da oggi si cambia totalmente registro semplificando notevolmente la procedura, che prevede, sempre nel rispetto della sicurezza, di effettuare i controlli sanitari su un campione di un allevamento per "ambito omogeneo" individuato". Il nuovo procedimento amministrativo prevede, infatti, la realizzazione di ambiti di laguna e mare dal Friuli al Veneto (18 a Rovigo, 8 a Venezia e 10 in Friuli), in cui sarà poi l'Ulss di riferimento a individuare quale allevamento, in un dato ambito, è più a rischio di tossicità e quindi candidato per prelevare un campione. L'innovazione procedurale ha come scopo principale quello di conciliare l'esigenza di una maggiore velocità dei controlli sanitari e la loro efficacia, considerata la capacità operativa dei laboratori di analisi dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie. "In questo modo - ha aggiunto Corazzari - si tutelano tutti i portatori di interesse coinvolti nella nuova procedura".

Il Veneto è una delle regioni italiane in cui è più diffusa la raccolta e la commercializzazione dei molluschi bivalvi vivi. Il mondo della pesca, in Veneto, conta oltre 3000 imprese con oltre 7000 dipendenti, dove circa 1700 sono ubicate nell'area del Polesine e circa 700 nell'area clodiense. In Veneto si stima un fatturato annuo di circa 98 milioni di euro. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie