Maltempo: Coldiretti, danni per 14 mld nel Nord Italia

In Lombardia e E-R colpiti edifici, serre e coltivazioni

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 03 LUG - "Sono pesanti, da una prima stima circa 14 miliardi di euro, i danni provocati dall'ultima ondata di maltempo nelle campagne del Nord Italia, dalla Lombardia all'Emilia Romagna, con edifici scoperchiati, piante sradicate, serre divelte e coltivazioni di mais e frutta abbattute a terra dalle forti tempeste di vento, trombe d'aria e temporali intensi e grandinate killer. A rilevarlo è Coldiretti con un primo bilancio effettuato sugli effetti delle tempeste "che hanno improvvisamente colpito le campagne a macchia di leopardo in un inizio dell'estate segnato dal caldo torrido". L'organizzazione agricola sottolinea che "si tratta di una conferma dei cambiamenti del clima che si avvertono anche in Italia dove la primavera 2020 è stata la nona più bollente dal 1800 secondo Isac Cnr che ha rilevato una temperatura superiore di 0,84 gradi la media". Coldiretti precisa inoltre che è "una stagione che è stata anche sconvolta dal clima impazzito in una stagione che è iniziata con il gelo che ha compromesso le fioriture ed è proseguita con il caldo torrido e la siccità, per andare a concludersi con le tempeste di vento e grandine". Il risultato - sostiene Coldiretti - "è la perdita a livello nazionale di più di un frutto su tre con il crollo dei raccolti, dalle pesche alle nettarine (-28%) alle albicocche (-58%) fino alle ciliegie ma danni sono stati subiti anche da verdure ed ortaggi con la perdita del lavoro di un intero anno in molte aziende agricole".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie