Dopo eccellente 2019 mercato Bresaola Igp soffre lockdown

Perdite del-23% a volume,-28 mln a valore. In ripresa coi menu dell'estate

Redazione ANSA

 - Mercato in diminuzione per la Bresaola della Valtellina Igp: nel periodo marzo-maggio è stimato un calo pari a -23% a volume, corrispondente a una perdita di circa 800 mila kg, pari a oltre 28 milioni di euro di valore al consumo. A rilevarlo è il Consorzio di tutela a fronte di un positivo 2019, che ha registrato una produzione di 13.820 tonnellate (+3% sul 2018) per un valore di 490 milioni di euro (+8%), e un inizio 2020 positivo (+7,4% a volume e 11,8% a valore). Il report economico evidenzia, causa Covid- 19- già nel particolare una sofferenza a fine marzo con una stima di perdita del -6,70% a volume e un -4% a valore, "soprattutto nel peso variabile (affettato al banco taglio)". Si registra che a fine aprile è riscontrata "un'accelerazione in negativo che ha portato i margini di perdita oltre le due cifre: -28,6% a volume e - 27,5% a valore. Si segnala inoltre che "anche a peso imposto le vendite sono calate, sia nell'affettato in vaschetta, che costituisce il 43% del comparto (con un -13,8% a volume e un -5,4% a valore), che nei formati interi/tranci (a volume -26,2% e a valore -25,7%)". Con la seconda metà di maggio vengono indicati segnali positivi di ripresa. "La filiera - afferma Franco Moro, presidente del consorzio appena confermato - ha reagito in maniera responsabile investendo in sicurezza per i lavoratori e con senso di responsabilità per far arrivare il prodotto nei punti vendita, e dopo una prima sofferenza per le conseguenze del virus, ora sta gradualmente recuperando. Abbiamo affrontato la situazione con grande determinazione fin dall'inizio e ora guardiamo al futuro con un approccio nuovamente positivo e con la volontà di far ripartire il settore". (ANSA). Y39-DR/

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie