Rocket Classic, Kirk e Simpson volano in testa

PGA Tour, a Detroit cambiano i leader. Hole in one Armour

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - Il sogno di Chris Kirk, la rimonta show di Webb Simpson, l'hole in one di Ryan Armour. Sorprese, conferme e spettacolo nel secondo round del Rocket Mortgage Classic di golf, torneo del PGA Tour in scena a porte chiuse a Detroit.
    Cambiano i leader nel Michigan che passano, peraltro, da tre a due. A prendersi la vetta, con un totale di 132 (-12) colpi, gli americani Kirk e Simpson. Due storie diverse, medesimo obiettivo: la vittoria.
    Dopo aver trionfato due settimane fa sul Korn Ferry Tour (King & Bear Classic) Kirk, che ha sconfitto alcol e depressione, è tornato protagonista e ora sogna l'impresa sul PGA Tour che insegue dal 2015.
    Simpson (25/o dopo il primo giro), costretto a dare forfait al Travelers Championship per via della positività al Covid-19 della figlia, punta a riprendere la sua rincorsa alla Top 3 mondiale (ora è sesto), e a vincere ancora. Il 34enne di Raleigh s'è recentemente imposto nel RBC Heritage e insegue la terza gioia del 2020 (a febbraio ha conquistato il Phoenix Open), impresa non riuscita a nessun giocatore, complice pure il lungo lockdown.
    I due leader sono tallonati da ben 6 inseguitori, tra questi la certezza Bryson DeChambeau (tre Top 10 in altrettanti eventi dopo la ripartenza), l'emergente Matthew Wolff e la sorpresa Armour - tutti 2/i con 133 (-11) - protagonista di una hole in one (buca 5, par 3, ferro 8 con palla imbucata da 156 yard, circa 142 metri).
    Escono di scena (per entrambi uno score di 140, -4) l'australiano Jason Day (ex numero 1 mondiale) e Nate Lashley, campione uscente. Tra i big sono usciti al taglio anche Patrick Reed (142, -2) e Bubba Watson (142, -2).
    E ora il "moving day", con il terzo e penultimo giro decisivo prima del gran finale. A Detroit il Rocket Classic entra nel vivo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA