Memorial Tournament, Woods insegue la storia

Tiger rientra e punta record 83 trionfi. Field super a Dublin

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 15 LUG - Il ritorno di Tiger Woods, alla ricerca del record all time di 83 trionfi sul PGA Tour. E poi la sfida per la leadership mondiale, con 9 dei migliori 10 giocatori - per un field da Major - al mondo a contendersi il titolo.
    E' tutto pronto per l'edizione show del Memorial Tournament, torneo del massimo circuito continentale del golf maschile in programma - a porte chiuse - da domani a domenica a Dublin (dove la settimana scorsa s'è giocato il Workday Charity Open), nell'Ohio, che metterà in palio un montepremi complessivo di 9.300.000 dollari.
    Dopo 5 mesi dall'ultima apparizione ufficiale (Genesis Invitational) torna in campo l'uomo più atteso: Woods. Il californiano sul percorso del Muirfield Village GC insegue il primato assoluto di successi sul circuito, per staccare definitivamente Sam Snead (come lui fermo a 82) ed entrare sempre più nei libri dei record del PGA Tour. "Il mio intento è sempre quello di scendere in campo per vincere. Ci proverò anche stavolta". Queste le dichiarazioni alla vigilia del fenomeno statunitense.
    A casa di Jack Nicklaus (primatista assoluto con 18 imprese Major, 15 quelle di Woods) "The Big Cat" ha già giocato 17 volte nella sua carriera raccogliendo anche 5 exploit al Memorial (1999, 2000, 2001, 2009 e 2012), senza mai mancare il taglio.
    Otto anni dopo l'ultima volta Woods sogna la sesta meraviglia per prendersi la storia. A secco di successi da 21 mesi (l'ultima gioia è arrivata in Giappone allo ZoZo Championship, ottobre 2019), il 44enne di Cypress, che nel 2021 entrerà nella World Golf Hall of Fame, punta il colpo grosso.
    Gara tra campionissimi a Dublin. Rory McIlroy - reduce da due settimane di riposo - è chiamato a difendere la leadership mondiale dagli assalti dello spagnolo Jon Rahm (secondo nel ranking), reduce da qualche risultato deludente sul circuito.
    Tra i favoriti al titolo anche Justin Thomas, Dustin Johnson, Webb Simpson, Brooks Koepka e Bryson DeChambeau, il golfista più in forma del momento (a segno nel Rocket Classic e vincitore nel 2018 al Memorial Tournament) e tra i candidati - nel prossimo futuro - al trono mondiale. Chance pure per Patrick Reed e Patrick Cantlay, campione in carica. Per quel che riguarda la Top 10 mondiale, all'appello mancherà solo l'australiano Adam Scott (nono), ancora fermo ai box causa emergenza sanitaria.
    Capitolo a parte merita Collin Morikawa, nuova stella del PGA Tour che, con il trionfo al Workday - il secondo su 24 apparizioni -, ha scavalcato Woods (14/o) nelle classifiche mondiali portandosi al 13/o posto. Il 23enne di Los Angeles è stato protagonista fin qui di ottimi risultati sul massimo circuito statunitense, sfiorando anche il record di tagli consecutivi superati (agli inizi di carriera) proprio da Woods (25) e fermando la sua striscia a 22 con l'eliminazione al Travelers Championship.
    Sorteggi super per i primi due round del Memorial che vedranno Woods duellare al fianco di McIlroy e Koepka.
    L'emergenza Coronavirus negli States non accenna a placarsi. E così il PGA Tour, nonostante inizialmente avesse annunciato l'intenzione di giocare solo ed esclusivamente i primi 4 eventi post lockdown senza pubblico, è stato costretto alla retromarcia. Fino al Tour Championship (4-7 settembre ad Atlanta), evento conclusivo dei Play-Off della FedEx Cup, i tornei andranno in scena a porte chiuse. La speranza degli organizzatori è quella di poter vedere nuovamente gli spettatori sugli spalti dal Safeway Open (10-13 settembre a Napa, California), prima gara della stagione 2020-2021 che precede lo US Open (17-20 settembre a Mamaroneck, New York).
    Woods per la leggenda, McIlroy per confermarsi numero 1. Al Memorial Tournament si sfidano i campionissimi del golf. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA