Evasione fiscale: membri famiglia Orsero patteggiano

16 mln a erario, 1,5 mln per confisca, pene fino 2 anni

 Oltre 16 milioni versati al fisco, circa 1,5 milioni già messi a disposizione per confisca, 890mila euro donati al Gaslini e patteggiamenti con pene comprese tra i 2 anni e 1 anno e 6 mesi: si è conclusa la vicenda che ha visto coinvolti i membri della famiglia Orsero, fondatori dell'azienda di import-export di frutta. Secondo il procuratore aggiunto Francesco Pinto e il sostituto Marcello Maresca ci sarebbe stata una "stabile struttura occulta" per tenere la contabilità in nero delle varie società e, attraverso società off-shore, fare rientrare quelle somme illecite per ripartirle ai partecipanti.
    A patteggiare Maria Grazia Cassanini (moglie del fondatore), Raffaella e Anna Chiara Orsero, Pierangelo Ottonello, Anna Maria Tacchini soci della holding del gruppo, Angelo Bonanata, Alessandro Cavalli e Francesco De Lorenzo, mentre Sara Valle è stata rinviata a giudizio. Le accuse, a vario titolo, vanno dall'appropriazione indebita, al riciclaggio e l'intestazione fittizia di somme di denaro e evasione fiscale.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie