Percorso:ANSA > Mare > Libri > Libri: 'Storie di naufragi', avventura e' precarieta' vita

Libri: 'Storie di naufragi', avventura e' precarieta' vita

Nuova edizione a cura di Laura Mazzolini del volume di Deperthes

18 giugno, 23:23
RELITTO DEL TITANIC [ARCHIVE MATERIAL 19980813 ] RELITTO DEL TITANIC [ARCHIVE MATERIAL 19980813 ]

(di Paolo Petroni) (ANSA) - ROMA, 17 GIU - LOUIS DEPERTHES, a cura di LAURA MAZZOLINI, ''STORIE DI NAUFRAGI'' (ODOYA Ed. pp. 210 - 18,00 euro). Louis Deperthes, avvocato di Reims vissuto a fine Settecento, amico di Rousseau e affascinato dalle idee illuministe, era appassionato di racconti di marineria tanto che raccolse in tre volumi le relazioni su svernamenti e naufragi, con una perizia a meta' tra la curiosita' scientifica e la sensibilita' preromantica, che ebbero grande fortuna per tutto l'Ottocento. E' da quel materiale che Laura Mazzolini, giornalista bolognese, ha tratto i racconti raccolti in questo libro.

Sono pagine che parlano della precarieta' dell'esistenza a un'umanita' che non conosce piu' la sensazione di viaggiare su una nave, fatta di ferro e legno, in balia delle intemperie, del mistero dei fondali, degli agguati degli iceberg, con provviste razionate e la frequentazione forzata dei soli altri membri dell'equipaggio.

Tra il XVI e il XVIII secolo, eppure, navi molto meno sicure di quel che avrebbe dovuto essere il Titanic svolgevano il ruolo fondamentale di veicolo per il commercio, l'economia di parti importanti del mondo, la scoperta di nuove terre. Cosi' le nazioni europee incentivavano per fini geografici e mercantili questo tipo di viaggi e il mare era solcato da tante imbarcazioni di ogni tipo e dimensione.

Questo libro e' un distillato dei documenti di bordo miracolosamente rinvenuti dopo alcuni naufragi. Un pezzo di storia, quindi, che prevedeva situazioni estreme ma reali: vicende in cui la fame, il freddo, l'acqua che entra dalla chiglia squarciata, gli orsi e gli imprevisti erano il prezzo della necessita' di non ritirarsi davanti ai pericoli del mare.

Questa nuova edizione, revisionata e integrata da Laura Mazzolini, va a ripercorrere i racconti salienti di Deperthes, mantenendo l'atmosfera e la grande passione che trapelano nelle storie di viaggi e l'interesse dell'autore per le condizioni di vita estreme dei marinai, ma anche aggiunge nuove vicende, piu' recenti ma altrettanto sconvolgenti, che hanno segnato la storia seguente sino a tutto il Novecento, che rinnovano l'ansia di confrontarsi con una natura generosa e crudele, attraverso resoconti ricchi di ritmo e suspance, testimonianze che lasciano col fiato sospeso.(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati