Percorso:ANSA > Motori > Analisi e Approfondimenti > Auto, usato crolla. In 5 mesi valori -6,34%. Tonfo del lusso

Auto, usato crolla. In 5 mesi valori -6,34%. Tonfo del lusso

Subaru brand che ha perso di piu'. Mazda quello che tiene meglio

09 maggio, 20:06
Auto, usato crolla. In 5 mesi valori -6,34%. Tonfo del lusso Auto, usato crolla. In 5 mesi valori -6,34%. Tonfo del lusso

ROMA - Rispetto all'inizio dell'anno, nei primi 5 mesi le valutazioni delle auto usate sono scese del 6,34%, una discesa maggiore rispetto allo stesso periodo del 2011 quando si era fermata al 4,62%. E' quanto emerge da un'analisi sulle auto con un anno di anzianità ed ancora a listino in maggio effettuata da Eurotax Italia secondo cui ''questa vertiginosa discesa è prevista anche a giugno''. Le piu' colpite ''sono le auto di grossa cilindrata o molto potenti - precisa Eurotax - bocciate dalle nuove normative come superbollo e IPT, oltre che dai controlli fiscali e dal terrorismo psicologico, tanto da essere ormai etichettate dagli operatori come 'invendibili'''. Per Eurotax pero' il momento che sta vivendo il mercato ''non va definito di crisi, bensì di cambiamento. Si va verso un nuovo mercato, in cui gli operatori che riusciranno a resistere cominceranno a rivedere buoni margini di guadagno e dove forse i consumatori non sogneranno più l'auto veloce, quanto l'auto intelligente". Quello che ipotizza Eurotax è dunque un nuovo scenario, che avrà ricadute evidenti anche sull'usato, in cui i giovani non apriranno più il cofano della loro auto per vantarsi del motore, ma mostreranno ai loro amici l'iPad integrato nel cruscotto o il consumo medio da record che si visualizza dal computer di bordo o ancora tutti i chilometri che la loro vettura elettrica è riuscita a percorrere con l'ultima batteria.

"Perché si concluda tale cambiamento nel mercato delle automobili - puntualizza Eurotax - bisognerà aspettare la chiusura di ancora molti operatori, lo smaltimento degli stock di auto invendibili e l'arrivo di nuovi prodotti più in linea con le esigenze dei consumatori". Nel mercato attuale, secondo l'analisi Eurotax, è interessante notare come l'alimentazione che ha perso meno valore da gennaio a maggio 2012 sia ancora quella diesel (-5,81%), mentre le quotazioni delle auto a benzina con un anno di anzianità ancora a listino sono scese del 6,81%. Peggio ancora le auto a Gpl (-7,73%) a dimostrazione che i consumatori non la percepiscono come una vera alternativa per il futuro. Crollano le valutazioni (-8,17%) anche delle auto usate ibride, considerate troppo alte dagli operatori, dal momento che la convenienza nell'acquisto senza incentivi è minima e l'attenzione si sta spostando sull'avvento dei modelli 100% elettrici, anche se ci vorranno ancora degli anni perché queste vengano completamente accettate, soprattutto perché oggi gli operatori del settore le giudicano eccessivamente care e con autonomie troppo limitate. Escludendo i marchi del superlusso - come Bentley, Ferrari, Lamborghini e Rolls Royce - le otto Case che hanno perso più valore da gennaio a maggio 2012 sono state la Subaru (-9,85%), la Infiniti (-9,3%), la Saab (-8,84%), la Jaguar (-8,54%), l'Audi (-8,31%), la Kia (-8,04%), la Suzuki (-7,68%) e la Land Rover (-7,62%). La classifica dei "virtuosi", tutti al di sotto del calo medio del mercato, è guidata da Mazda (-3,72%) seguita da Smart (-4,09%), da Hyundai (-4,1%), da Porsche (-4,25%), da Lancia (-4,34%), da Skoda (-4,42%), da Ford (-4,6%) e da Mini (-4,63%). Eurotax ricorda al riguardo che un marchio che cala poco potrebbe comunque avere delle percentuali di svalutazione già elevate e viceversa. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA