Percorso:ANSA > Motori > Mobilità Sostenibile > Toyota, dalle auto Ev e Plug-in elettricita' per le case

Toyota, dalle auto Ev e Plug-in elettricita' per le case

Progetto partira' a Toyota City entro la fine dell'anno

15 giugno, 12:31
Toyota, dalle auto Ev e Plug-in elettricita' per le case Toyota, dalle auto Ev e Plug-in elettricita' per le case

ROMA - Promuovere lo scambio di energia tra veicoli elettrici e plug-in e le abitazioni in modo da proporre un modello abitativo ed uno stile di vita completamente ecosostenibile. Questo l'obiettivo del sistema V2H ('vehicle to home', da veicolo ad abitazion) per la condivisione di energia tra le abitazioni e i veicoli ad alimentazione elettrica come i PHV (Plug-in) e gli EV (elettrici) sviluppato da Toyota. I test del sistema V2H dovrebbero iniziare entro la fine del 2012 con l'utilizzo di alcune unita' Prius Plug-in, in circa dieci nuclei abitativi nell'ambito del Progetto per la creazione di una societa' a basse Emissioni di Carbonio (Toyota City Project) che ha avuto inizio nel mese di aprile 2010.

Il tema di fornitura energetica reciproca V2H è studiato per garantire elettricità dalle abitazioni ai veicoli e viceversa.

Un inverter AC da 100 V installato a bordo della Prius Plug-in converte infatti l'energia immagazzinata nella batteria in elettricità utilizzabile ai fini domestici, mentre il flusso dell'energia viene controllato a seconda della comunicazione tra il veicolo, il punto di ricarica e l'abitazione. Con questo nuovo metodo, l'elettricità a basse emissioni di carbonio (l'elettricità 'verde') prodotta dai generatori locali e dai pannelli solari installati in casa, oppure quella a basso costo utilizzata nelle ore notturne, può essere immagazzinata nella batteria del veicolo per poi essere riutilizzata e garantire energia all'abitazione durante i periodi in cui i consumi elettrici raggiungono il loro picco. Il livello ottimale del flusso energetico può così essere controllato automaticamente mediante un sistema di gestione energetica domestico (HEMS).

Le batterie dei veicoli possono a loro volta essere utilizzate come fonte energetica in caso di emergenza impostando manualmente il flusso energetico per fornire energia dalla batteria all'impianto elettrico domestico. Con la batteria pienamente ricaricata e un serbatoio completo di benzina, una Prius Plug-in riesce a garantire energia per l'utilizzo medio di una famiglia giapponese (circa 10 kWh) fino a quattro giorni.

Le abitazioni che parteciperanno ai test di verifica presso Toyota City utilizzeranno alcune unita' di Prius Plug-in, che possono sfruttare il sistema V2H per fornire energia elettrica ai fini domestici oltre a poter funzionare come veicoli ibridi convenzionali una volta raggiunta una determinata soglia di energia elettrica residua.

Il Toyota City Project assegnerà punti Eco ai consumatori che riusciranno a trasformare il proprio stile di vita con l'obiettivo di un concreto risparmio energetico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA