Percorso:ANSA > Motori > Prove e Novità > Porsche, collaudi su strada per l'avveniristica 918 Spyder

Porsche, collaudi su strada per l'avveniristica 918 Spyder

Sportiva ibrida plug-in da 770 CV che consuma 3 litri/100 km

15 maggio, 20:20
Porsche, collaudi su strada per l'avveniristica 918 Spyder Porsche, collaudi su strada per l'avveniristica 918 Spyder

ROMA - Intensi collaudi su strada per la 918 Spyder, quella che Porsche definisce "la supersportiva del futuro" in vista della produzione di serie che inizierà nel mese di settembre del prossimo mentre le consegne verranno avviate in novembre. Il programma dei test con i prototipi della 918 Spyder - che sono stati camuffati ricorrendo ad elementi stilistici di famosi modelli Porsche del passato - ha la finalità di ottimizzare l'interazione tra i due diversi sottosistemi di propulsione, un motore a combustione interna e due unità elettriche tra di loro indipendenti in quando disposte sull'asse anteriore e su quello posteriore. "Con la 918 Spyder - spiega Wolfgang Hatz, responsabile della ricerca e sviluppo di Porsche AG - abbiamo reinventato i concetti di divertimento alla guida, efficienza e prestazioni.

Per sviluppare questa nuova sportiva abbiamo impegnato - ha detto Hatz - tutto il nostro patrimonio tecnologico e tutta la nostra capacità innovativa". L'ambizione, confermata dai primi risultati dei collaudi su strada, è quella di elevare il più possibile la qualità di guida abbinando minimi consumi con massime prestazioni. La supersportiva 918 Spyder utilizza uno schema di propulsione plug-in, che metterà a disposizione del guidatore una potenza complessiva di 770 Cv, e garantendo al tempo stesso un consumo di circa 3 litri ogni 100 chilometri.

Per raggiungere questi risultati Porsche ha imboccato nuovi percorsi progettuali, come il telaio monoscocca in fibra di carbonio, l'assetto aerodinamico variabile, la sterzatura posteriore adattiva e l'impiego di terminali di scarico "top pipes" a sbocco superiore verticale. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA